BOY MEETS BOY

Paul sa di essere gay dall’età di cinque anni.
Ha una famiglia stravagante che lo ama e un selezionato gruppo di amici, ognuno con i suoi problemi. C’è Joni, compagna di una vita, che sembra aver perso la bussola; Tony, che nasconde la sua sessualità perché oppresso dal bigottismo religioso, peraltro animato da buone intenzioni, dei genitori. Ted, che da anni si mette e si lascia con Joni senza mai riuscire a capirla fino in fondo; Infinita Darlene, quarterback della squadra di football  del liceo che ama i ragazzi, le ciglia finte e le minigonne.

La vita di Paul si complica significativamente quando incontra Noah, appena trasferitosi in città: è il classico colpo di fulmine e tutto sembra andare per il meglio, ma le insidie sono dietro l’angolo. Kyle, l’ultimo e più importante ex di Paul, torna alla carica e Noah, che ad un tradimento è già sopravvissuto con molte difficoltà e ancora più dolore, si chiama fuori .
A Paul, frastornato ma sicuro dei suoi sentimenti, spetta l’arduo compito di far cambiare idea al ragazzo: riconquistarlo, dimostrargli che il loro amore vale il rischio – e perché no, anche la sofferenza.

Come se non bastasse, Paul deve anche occuparsi di organizzare il ballo annuale della scuola, cercare di salvare l’amicizia con Joni, sostenere Tony nella sua piccola grande rivoluzione personale, offrire a Ted un orecchio amico e impedire che Infinita Darlene si accapigli troppo con Trilby Pope, sua acerrima rivale.

Un libro – il cui finale va gustato senza spoiler alcuno – sorprendente e gioioso, la cui atmosfera surreale e fiabesca rimanda ai romanzi di Daniel Pennac, sull’adolescenza e quell’uragano emotivo che è l’amore.
Il capolavoro di David Levithan.

Annunci